Articoli

2010: Anno Internazionale della Biodiversità

13 Gennaio 2010

Il 2010 è stato proclamato dalle Nazioni Unite Anno internazionale della Biodiversità, sottolineando l’importanza della salvaguardia delle specie animali presenti sul pianeta.

Deforestazione, desertificazione e scioglimento dei ghiacci sono le cause del mutamento degli ecosistemi. Il WWF apre l’anno con una triste top ten, quella delle specie più a rischio d’estinzione. Al primo posto si trovia la tigre, che sopravvive in soli 3200 esemplari a causa della caccia e dal bracconaggio condotti in Asia. E poi ancora l’orso polare, da tempo divenuto simbolo dei cambiamenti climatici e a rischio di estinzione entro questo secolo, il tricheco, il pinguino di magellano, la tartaruga liuto, il tonno rosso, il gorilla di montagna di cui sopravvivono solo 720 esemplari, la farfalla monarca, il rinoceronte di Java e il panda gigante, ormai residente stabile di queste classifche e perciò divenuto simbolo del WWF.

Molti biologi e paleontologi parlano di una prossima estinzione di massa causata da sovrappopolazione, urbainizzazione e distruzione degli habitat che provocherebbero la scomparsa di un numero compreso tra 17.000 e 100.000 specie all’anno.

logo-header-iyb-en copy

Convidi questo articolo