Articoli

Diario di Bordo#3: i tre principi dello sviluppo sostenibile

scritto da Arianna di Privalia (23 novembre 2010)

Educazione, alimentazione ed economia. Con Amka ho imparato che questi sono i 3  principi fondamentali per lo sviluppo sostenibile di un Paese. Senza educazione è molto più difficile sapere cosa è buono e cosa è cattivo, capire come poter migliorare la qualità della nostra vita, o saper convivere nel miglior modo possibile… Una popolazione senza educazione difficilmente riesce a vedere se il suo governo funziona o meno. E un governo che non funziona frena lo sviluppo del Paese. Anche l’alimentazione è altrettanto importante. Se non ci alimentiamo stiamo male,riduciamo le nostre capacità fisiche e pensiamo con meno chiarezza. Senza alimentazione non può esserci evoluzione. Inoltre, in un mondo sempre più globale, è essenziale avere alcune nozioni base di economia e di mercato che ci permettano di generare risorse. Come fare e vendere il pane, come produrre carbone o prodotti artigianali e come commercializzarli? Educazione, alimentazione ed economia sono le basi per lo sviluppo della società, di qualunque Paese.

congo

Alcune ONG si occupano solamente di uno di questi 3 grandi temi, altre invece, provano a portarli avanti tutti e tre contemporaneamente… ed Amka è una di queste. Sono certo che non esista un obiettivo migliore di un altro in un mondo che ha bisogno di tanto aiuto… però il modo di operare di Amka mi ha colpito!

alimentazione-economia-educazione

Amka è presente nella zona a sud di Lubumbashi in un raggio che comprende più di 30 popolazioni. I progetti che porta avanti sono molti: educazione infantile, costruzione di scuole, formazione nutrizionale per un’alimentazione sana, formazione agricola per il sostentamento, attività di microcredito, corsi per fare e vendere il pane e i prodotti artigianali, etc. Il team di Amka, con il sostegno di agenti locali, sostiene tutti questi progetti che iniziano già a dare i primi frutti.

C’è ancora molto da fare, però.

JM

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?