Moda

Intervista a Giuseppe del blog “My world in a bag”

scritto da Privalia (16 maggio 2011)

Oggi il Blog di Privalia parliamo con Giuseppe del blog My world in a bag. Un ragazzo con la passione per la moda e per la scrittra che con noi ha voluto condividere pensieri e emozioni del web. Ecco a voi la sua intervista!

giuseppe-blogger

Da dove arriva il nome del tuo blog?
Il nome del mio blog arriva dal fatto che nella mia borsa, anzi nelle mie borse, ci sta tutto il mio mondo o comunque vari pezzi di mondo. Poi ho scelto questo nome, perchè le mie giornate girano attorno alle borse: ci sono giorni in cui ,quando ho una pausa dall’università, vado in giro per negozi e mercati (anche vintage) per cercare, toccare, ammirare e tante volte anche comprare le borse più belle. Credo che la borsa sia l’accessorio più bello che una persona, uomo o donna che sia deve sempre avere con se.

Dicci in poche parole chi sei e perché hai iniziato…
Non sono uno di poche parole, adoro chiacchierare. Per te però sarò breve e diretto.
Io sono un ragazzo che da sempre ha amato la moda e da sempre in un modo o nell altro l’ha avuta dentro di se: a 4 anni ho indossato il mio primo smoking, a 8 sapevo dire correttamente Yves Saint Laurent Rive Gauche e a 12 collezionavo Vogue.Ho aperto un blog, perchè adoro scrivere e perchè credo che internet possa essere un trampolino di lancio verso il mondo del giornalismo e quello di una qualche redazione importante, perchè è proprio li che voglio arrivare.

Chi è lo scrittore del tuo blog?
Lo scrittore del mio blog è la stessa persona di cui sopra: una persona che ama chiacchierare, e non potendolo fare con migliaia di persone contemporaneamente, ha deciso di scrivere in modo che le sue parole arrivino all’orecchio, nella testa e nel cuore di tutti.

E chi è Giuseppe?
Giuseppe è una persona schietta, diretta: è uno che dice tutto quello che pensa senza mai pentirsene.
Ma allo stesso tempo è un uomo che apprezza le donne esattamente come dovrebbero essere amate ed apprezzate, e scrivendo cerca di arrivare al cuore delle donne facendole sognare, postando articoli semplici e chiari in modo da farle sentire più belle e femmine di quanto non siano già.

La tua web routine mattiniera inizia da…
La mattina di solito vado all’università, quando non ho lezione però giro sempre in rete per informarmi su quello che accade, nel mondo della moda e nel mondo in generale cosi poi da prendere spunto e parlarne a modo mio sul mio blog.

Un mondo senza blog sarebbe?
Oddio, un mondo senza alcuni blogger credo proprio sarebbe migliore. Ci sono blogger convinti di essere Patricia Field o Anna Wintour solo perchè sono seguiti da sedicenti fan privi di personalità che tentano di copiarli con scarsi e purtroppo non eleganti risultati. E’ anche per questo motivo che nel mio blog non ci sono, e non ci saranno mai, foto dei miei outfit proprio perchè credo che alla gente non interessa se tu sei andata in giro per New York vestita di Chanel a ubriacarti la sera prima di una sfilata,e poi svegliarti dopo 12 ore col rossetto sbavato e il viso sfranto vantandoti del fatto che hai snobbato uno stilista che voleva darti un quarto d’ora di celebrità in più o se hai appena preso un caffè nel terrazzo de LaRinascente in Duomo. Io credo che alla gente interessi capire quello che succede nel backstage di una sfilata, scoprire la storia di una borsa di Hermès e vedere quello che gli stilisti mandano in passerella. E molti blogger questo purtroppo non lo raccontano: per questo motivo penso che molti farebbero meglio a fare altro nella vita.

E uno senza internet?
Senza internet saremmo fregati, ci sentiremmo soli, disinformati o comunque informati male: molti tg (quasi tutti) censurano le notizie, mentre su internet a volte trovi la verità, scopri cose nuove e conosci tante persone.

Twitter. Una colossale perdita di tempo o nuovo orizzonte comunicativo?
Io amo Twitter e penso sia davvero un nuovo orizzonte comunicativo, lo preferisco a Facebook e a tutti gli altri social network.

In Italia, se dico blog dico…
metà manie di protagonismo, metà voglia di scrivere e di trasmettere una passione come la moda.

Web e moda: Odio o amore?
Assolutamente amore! Molti stilisti mandano le loro sfilate in streaming permettendo cosi a persone che abitano troppo lontano, o che non sono stati invitate allo show di guardare la sfilata dal proprio pc. Credo che per la moda internet e il web in generale sia fondamentale.

Acquisti on line ? (se si ultimo acquisto fatto)
Mai fatti acquisti online, penso che non ci sia cosa più bella che guardare le vetrine, entrare in negozio, provare il capo che ti piace, pagare per poi stringere forte tra le mani quello che hai comprato.

Se la tua vita fosse un sito web chi saresti?
Sarei VanityFair.it: un sito pieno di notizie, sempre aggiornato e con tante cose da dire.

Che telefono hai in tasca?
Il mio amatissimo BlackBerry, grazie a lui durante le sfilate postavo in diretta foto e articoli sul mio blog prima che altri giornali e blogger lo facessero.

Dentro la borsa sempre…
Tutto il mio mondo ovvio!

Bianco o Nero?
Grigio. Penso che il grigio sia per me quello che per il mondo intero è il nero!

Oggi mi sento…
Fortunato. Perchè sto realizzando tutti i miei sogni: mi sono trasferito da Palermo a Milano, studio quello che ho sempre voluto studiare, gli stilisti mi invitano alle loro sfilate, ho una casa tutta mia e un cane stupendo. Mi manca solo una cosa e non è l’amore.

Fai tu una domanda ad Arianna di Privalia…
Come ti è venuto in mente di intervistare uno come me?

Ciao Giuseppe, innanzitutto grazie per la tua intervista e per le belle risposte.

“Uno come te” mi ha incuriosita, sono anche io un’amante della scrittura, la prediligo sicuramenre alle immagini autoreferenziali e il tuo blog è scritto bene. In questo spazio voglio invitare le persone che più rappresentano la nostra realtà, Privalia è giovane, dinamica e viva, quello è quello che ricerco nel web e che mi rende felice ogni volta che lo trovo.

my world ina a bag

anna wintour

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?