Articoli

La canzone del Lunedì: Robyn – Indestructible

scritto da Arianna di Privalia (29 novembre 2010)

Il lunedì mattina è facilissimo che capiti di sentire ancora nella testa le note di qualche bella canzone percepita di sfuggita durante il weekend. Piccoli stralci di brani fanno capolino mentre siamo in doccia, o sull’autobus, o nel silenzio generale di un ufficio; e poco importa se abbiamo ascoltato la canzone durante un aperitivo, una serata in disco, o in un supermercato, lei è sempre li, e non si schioda dalla nostra mente.

Questo weekend mi è capitato di sentire parecchie volte, e in luoghi diversi, una bellissima canzone di una artista che seguo da svariati anni, ma che sta andando molto in questo momento, e mi sembra il periodo ideale per farvela conoscere. Sto parlando della regina dell’electropop nordico, Robyn.

La cantante, già famosa per le hit eurodance che aveva sfornato verso fine degli anni novanta, ha conosciuto da metà degli anni 2000 un successo senza pari. Delusa dalle condizioni della sua casa discografica, ha deciso di autoprodursi ogni suo album successivo (e siamo giunti a quota sette), senza MAI sbagliare una hit – segno che conosce quello che vuole il pubblico. Il 2010 è stato per lei l’anno della sperimentazione. Ha deciso di fare uscire il suo ultimo album diviso in 3 parti dilazionate durante tutto il 2010, inserendo in ogni parte versioni acustiche o remix di canzoni che sarebbero state singoli durante l’anno, perchè a suo parere “non voleva lasciare per un anno intero i suo fan senza sue canzoni”.

In questo modo hanno visto la luce Body Talk pt.1, Body Talk pt. 2 e Body Talk pt. 3 che a fine anno saranno uniti in un unico album. Gli album sono semplicemente spettacolari. Se già si era fatta conoscere in Italia con hit del calibro di Hang with me o Can’t Handle Me, quest’anno da noi sono arrivate le stupende Dancing On my Own e la canzone di questo lunedì, Indestructible. Quest’ultima è l’encomio del synthpop.

La canzone prende un basso strumentale persistente durante tutta la canzone, mescolandola ad archi elettronici in una melodia irresistibile. Il tema della canzone è l’amore fisico, ma Robyn riesce a parlarne in modo così intimo ed emotivo che non si scade affatto nei clichè della canzone romantica pop. E bisogna ammettere che la canzone che scrivi è un successo quando artiste della dance del calibro di Kylie Minogue hanno affermato che vorrebbero una canzone così nella loro carriera. La canzoni di Robyn sono ancora più belle da ascoltare, tra l’altro, perchè provengono da cd dove l’impatto visivo è curato al massimo con le grafiche futuriste/astratte/cubiste dei tre Body Talk che frammentano la produzione e ti fanno desiderare di possederli tutti, alla ricerca di una unità di fondo che è comunque percepibile.

Cos’altro dire? Un lunedi in compagnia di bella musica fatta da una bella artista, non ci mettereste la firma anche voi?

Al prossimo lunedì!

N!ck

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?