Articoli

Cucinare con il tacco 12 – Orecchiette alla mediterranea

scritto da Privalia (20 aprile 2011)

“Nel mezzo del cammin di nostra vita…” scriveva Dante, noi possiamo dire che nel mezzo del cammin della settimana siamo arrivate al punto in cui blogger, soci e Privali@s si mettono alla prova per sorprendere in cucina. Oggi è venuta a trovarci Chiara, amica e grande sostenitrice di Privalia, che prova a farci dire WOW, o meglio , GNAMMY.

ricetta-orecchiette

Ingredienti :
(x 2 persone)
200 gr di orecchiette pugliesi
250 gr di passata di pomodoro mutti
4 pomodori pachino
Una manciata di capperi sotto sale
Una manciata di olive denocciolate (o un cucchiaino abbondante di paté di olive)
Un pizzico di peperoncino
Mezza cipolla
Uno spicchio d’aglio
Olio etra vergine
Sale grosso

Procedimento:
Versare tre cucchiai di olio extravergine di oliva in una padella capiente (anche una padella wok), aggiungere lo spicchio d’aglio (sbucciato, io lo infilo in uno stuzzicadenti perché a mio marito non piace il sapore troppo forte dell’aglio, così quando è ben rosolato lo tolgo), la cipolla tritata e lasciare imbiondire (3/4 minuti). Lavare i capperi sotto l’acqua e strizzarli, aggiungerli in padella con l’olio per un minuto (girare con un cucchiaio di legno). Aggiungere i pomodori pachino tagliati in 4 parti ciascuno. Lasciare cuocere per 4 minuti. Mettere a bollire l’acqua salata in una pentola per cuocere la pasta. Aggiungere nella padella la passata di pomodoro e mescolare il tutto lasciando cuocere per 5 minuti. Aggiungere le olive (o il paté di olive) abbassare la fiamma e lasciare cuocere per altri 5 minuti. Aggiungere il peperoncino in polvere (se vi piace) e spegnere. Cuocere le orecchiette in acqua bollente salata (cottura al dente). Accedendere il fuoco sotto la padella, scolare con la schiumarola senza togliere troppa acqua di cottura ed aggiungere le orecchiette via via in padella. Far saltare la pasta con il sugo (va bene anche solo mescolarle con due cucchiai di legno), aggiungere ancora mezzo mestolo di acqua di cottura. Lasciare rapprendere per due minuti. Spegnere, aggiungere un filo di olio extra vergine e servire. Se vi piace potete mettere sulla pasta dei pezzi di ricotta affumicata siciliana (a mio marito la faccio così, io non mangio formaggio e la mangio semplice!).

Buon Appetito!

http://cuochella.blogspot.com/2009/05/orecchiette-alla-crudaiola.html

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?