Articoli

Cucire mangiando, mangiare cucendo

scritto da Arianna di Privalia (14 Gennaio 2011)

In un piccolo sobborgo Parigino le due brillanti designer, Martens e Sissi, rispettivamente austriaca e svizzera, hanno immaginato un luogo pieno di poesia e lo hanno reso reale. In questo tenero bistrot dall’aspetto vintage e che profuma di cupcakes non si viene solo a bere un tè, non si assaporano solo fantastiche torte, qui si viene a creare qualcosa di unico e speciale.

cucire

sweat shop

La forza di questo cafè viene dalla possibilità di affittare ad ore delle vere e proprie macchine da cucire messe a disposizione delle clienti che hanno voglia di mettersi alla prova. Tra una tazza di latte e miele e un cappuccino al cacao è possibile apprendere le tecniche per diventare delle piccole grandi sartine. Immediatamente questo bar allocato nel quartiere BOBO di Parigi si trasforma in un movimentato laboratorio, dove oltre alla stoffa è possibile cucire insieme pezzi della propria vita e emozioni del momento.

Diciamo che Parigi si presta molto bene a queste atmosfere in grado di fondere insieme Il favoloso mondo di Amelie e Chocolat, ma sognare non è vietato, e così mi piace immaginare che prima o poi qualcuno aprirà un posto così anche a Milano, dove sono sicura, verrebbe decisamente apprezzato!

ce n’est pas un cafè

SWEAT SHOP

13, rue Lucien-Sampaix, Paris X.

A.

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia