Moda

Un salotto senza toppe!

12 Luglio 2010

In una giornata calda e piena di sole abbiamo scoperto questa fantastica blogger.

Con il suo ago è in grado di cucire le idee dando vita ad un filo di creazioni decisamente ispiranti!

Per tutti, ma proprio tutti… inforcate gli occhiali e infiliate il ditale è ora di cucire con Cristiana e il suo fantastico blog Filo Ago – Go

Da dove arriva il nome del tuo blog?

E’ un nome “buffo” vero? Cercavo un nome inusuale che in qualche modo rappresentasse la mia passione per il cucito ma non solo. Volevo evitare termini inflazionati come “creatività” e simili. Filo Ago-Go nasce da un gioco di parole ma rappresenta anche gli elementi di base per iniziare a realizzare molte delle idee creative che propongo. Io d’altronde ho cominciato così: ago, filo e tanta voglia di sperimentare.

Dicci in poche parole chi sei e perché hai iniziato…

Lavoro in una multinazionale americana e tra le altre attività mi occupo di internet PR. Il mio lavoro consiste proprio nel curiosare all’interno della rete (social network, blog, …) per proporre ai clienti il miglior posizionamento possibile dei loro brand sul web. Gestisco attualmente 4 blog personali che hanno ognuno una caratteristica diversa e in cui mi diverto a sperimentare tutte le novità della rete. Filo Ago-go è nato per una necessità personale: raccogliere in un unico “repository virtuale” tutte le “cose belle” che scovo in rete, è una sorta di” Manifesto programmatico” dei progetti e delle cose che mi piacciono e vorrei realizzare. Lo spazio virtuale di un blog è perfetto, inoltre, per poter condividere le mie passioni con altri amici e blogger. Si chiama “rete” proprio per questo, giusto?!?

Chi è la scrittrice di “Filo Ago-go”?

La scrittrice di Filo Ago-go è una curiosa patologica della rete, un’amante delle idee originali e della creatività. Minnierip, è l’alter-ego con cui firmo i post del blog, è la mia anima “rock” che ha sempre in borsa una moleskine su cui appuntare qualsiasi cosa: un sito web da visitare, lo schizzo a matita di una gonna fantastica vista nella vetrina di un negozio in zona Corso Como, la pagina strappata da una free-press con la pubblicità di una nuova marca di accessori trendissima… il blog nasce proprio da tutto questo: è una sorta di collage 2.0!

filo-privalia

E chi è Cristiana?

Cristiana è il mix rappresentato nella descrizione del mio blog: un quarto di curiosità, due terzi di buona volontà, un pizzico di creatività e una buona dose di tempo libero. La mia personale ricetta per la felicità!

Sbilanciati, dai un consiglio a chi inizia ora…

Creare un blog è davvero semplice: esistono tantissime piattaforme che rendono la vita facile anche a chi non ha molta dimestichezza con la rete. Perchè avere un blog? Anche se qualcuno ha scritto che “Il blogging è morto” ovvero che si tratti di un sistema di comunicazione “superato” a favore di social media come Facebook e/o Twitter, io sono dell’idea che sia ancora un ottimo ed efficace mezzo di comunicazione. Per chi sente il bisogno di condividere una passione, il blog è un’ottima chance. Mio marito, per esempio, appassionato di miniature fantasy, si è deciso a creare un blog personale dedicato alla sua passione “alta 28 mm” come scrive nella sua intro. Ha iniziato timidamente con qualche post e un design standard fino a sentirsi pienamente a proprio agio sul web. Oggi non solo pubblica consigli e dritte su “come fare cosa” ma si è lanciato a raccogliere nel suo spazio virtuale anteprime e rumors che cerca sui siti e i blog di tutto il mondo. Eppoi pubblica foto deI work in progress dei suoi lavori e tanto altro, insomma… si diverte come un matto!

Se un giorno chiudessero tutti i blog cosa ti mancherebbe di più?

La facilità e l’immediatezza con cui schiacciando il tasto “Invio” posso condividere con chiunque un’idea o un progetto.

ago-privalia

La tua web-routine mattiniera inizia da…

Beh, inizia sempre con la mia personalissima “rassegna” dei blog che tengo d’occhio. Ogni giorno rappresentano gli “uau!” della mia giornata: ci sono persone con una creatività a dir poco sorprendente là fuori (nella rete) che non smettono mai di stupirmi. Questi blog sono anche la porta di accesso preferenziale per scoprirne di nuovi, per conoscere altri blogger, per trovare spunti creativi.

In Italia, se dico blog dico…

Se dico blog dico… curiosità, approfondimento ma anche informazione alternativa. Ci sono esempi meravigliosi di blog che fanno altra-informazione e che sono molto spesso più autorevoli dei nostri classici media. Un esempio: il blog di Paolo Attivissimo (http://attivissimo.blogspot.com/) che io a-do-ro! Eppoi Eriadan (http://www.shockdom.com/eriadan/), la mia amica Chiara e il suo meraviglioso fotoblog (http://www.cromatichiara.com/)… è davvero un mondo fantastico!

Se potessi scrivere su qualsiasi blog quale sceglieresti?

Bah, credo che mi sentirei davvero libera di scrivere qualsiasi cosa che mi passa per la testa solo nei miei di blog :-) Però per 2 anni ho anche tenuto una rubrica di costume & società su un web magazine di Genova (Mentelocale.it), la città in cui sono nata. Mi hanno dato carta bianca per raccontare ogni 15 giorni qualsiasi storia mi piacesse. “In diretta da Milano” è stata una bella palestra e un’opportunità unica per raccontare Milano e tante storie diversissime attraverso la mia esperienza personale.

Visto i tuoi lavori… quali sono gli stilisti più facilmente riproducibili?

L’attenzione alla moda e al fashion in genere di solito mi interessa per trovare ispirazione più che per copiare un’idea. Ci sono davvero delle soluzioni stilistiche meravigliose che scaturiscono dalle menti creative delle case di moda. Una rouches inaspettata sulla spalla di una camicia, l’abbinamento inusuale di colori e tessuti, una rifinitura speciale, l’utilizzo di materiali non propriamente sartoriali, ecco, sono queste le cose che mi fanno letteralmente diventare matta!

blog-privalia

Chi vince il premio Filo Ago-go?

Il premio Filo Ago-go?!? Beh, chiunque guardando una semplice maglietta bianca abbia visto una shopper glam, un miniabito, una spilla, un cuscino: ovvero chi partendo da materiali easy e facilmemte reperibili (chi non ha una t-shirt bianca in un cassetto?!?) ha saputo creare qualcosa di unico anzi meglio: ha saputo insegnare come si crea in maniera facile e veloce qualcosa di unico e lo ha condiviso in rete.

Dove vorresti vivere?

Esattamente dove vivo. Per ora Milano è l’ombelico del mio mondo. Anche se il Giappone…

Dove vivi?

A Milano :-)

Se fossi un tessuto quale saresti?

Ah, in questo momento mi sento molto un cotone leggero, leggero, stampato a fiori multicolor!

Se il tuo ago fosse magico cosa vorresti cucire?

Beh, vorrei “cucire” un sogno: una linea di abbigliamento tutta mia :-P sognare non costa nulla in fondo…

cristiana-privalia

(Foto prese direttamente dal blog Filo Ago – go)

Oggi mi sento…

Panciona! Sono in attesa di una bimba ed è divertente cercare di immaginare come sarà la mia piccola. Alice mi ha regalato il tempo per dedicarmi praticamente full-time a Filo Ago-go, non è già una bimba speciale?!?

Fai tu una domanda ad Arianna di Privalia

Privalia è stata per me una bellissima scoperta. Adoro l’approccio grafico e come sono presentati i prodotti. Non è un semplice catalogo infatti… l’idea dei trailer poi è davvero divertente! Il vostro blog mi assomiglia: mi piace quello che raccontate e come lo raccontate, non è un” istituzionale blog aziendale”, piuttosto un modo di raccontare anche le persone dietro al vostro marchio. Quali sono i tuoi blogger di riferimento Arianna? Come scegliete cosa pubblicare sul blog?!?

Grazie mille Cristiana, quello che fai è incredibile e per rispondere alla tua domanda (e rimanendo in tema) ti dico che i miei blogger di riferimento sono una texture di differenti idee cucite insieme da un unico filo… Fare la sarta del web è un lavoro molto divertente!

Convidi questo articolo