Moda

Un salotto molto SNOB

scritto da Arianna di Privalia (11 ottobre 2010)

Cosa vuol dire essere SNOB oggi?

Il termine sembra essere nato all’università di Oxford: Pare che i funzionari dell’istituto apportassero, all’iscrizione di studenti “non di sangue blu”, una nota che recitava sine nobilitate.

Il termine ha poi subito varie trasformazioni fino a diventare una parola di uso comune e spesso utilizzata con ironia… a questo punto svelo il motivo di questo momento “enciclopedico” e vi presento Alessandra!

Il suo Blog, Little Snob Thing,, è da parecchio nella lista di blog che tengo, costantemente, sotto controllo… una scrittura semplice e ironica accompagna ogni singolo post e in un mondo fatto di immagini sono grata a questa blogger per continuare a scrivere e a esprimersi!

Alzate il naso al cielo… è ora di fare le SNOB!

Da dove arriva il nome del tuo blog?
Un po’ dalla mia “altezza”. Un po’ da quell’aria “snob” che mi porto ironicamente dietro da tanti anni. Sicuramente da una serata a base di sushi, vino bianco e tante chiacchiere.

Dicci in poche parole chi sei e perché hai iniziato…
Una ragazza di ventisei anni. Che adora le commedie romantiche, il sushi, la birra, i pomeriggi a base di shopping, le candele accese in casa, il cinema la domenica sera, i mercatini vintage e la moda.

Chi è la scrittrice del tuo blog?
Una multitasking in miniatura.

E chi è Alessandra?
Una multitasking in miniatura con tanti sogni nel cassetto e troppe scarpe nell’armadio.

Sbilanciati, dai un consiglio a chi inizia ora…
Al bando le frasi fatte da giornaliste navigate io consiglio leggerezza e garbo. Oltre all’uso di un buon vocabolario.

Se un giorno chiudessero tutti i blog cosa ti mancherebbe di più?
Il confronto con le mie lettrici. Il post la mattina che accompagna la mia colazione. Lo scambio di consigli con le mie amiche. I mille spunti che solo le infinite passerelle di questo mondo virtuale mi sanno dare.

La tua web-routine mattiniera inizia da…
Twitter fin da sotto le coperte. Poi le mail. Una sbirciatina a Facebook. E ancora Twitter, questa volta con il caffè&latte in mano

Cosa non deve mancare nella postazione di una blogger?
Forbici e giornali. Post-it colorati e pennarelli. Un’ottima connessione internet. Il desiderio di sperimentare. Una crema per le mani. E tanta voglia di comunicare.

Ti ricordi il tuo post che ha generato più reazioni?
I post dedicati agli outfit sono sicuramente quelli che generano maggiore interesse e maggiori commenti: curiosare nell’armadio delle altre ragazze è uno degli sport preferiti da noi ragazze!!

Twitter. Una colossale perdita di tempo o nuovo orizzonte comunicativo?
La comunicazione oggi passa di lì: in 140 caratteri si racconta la nuova moda. Ed il nuovo mondo.

In Italia, se dico blog dico…
Un fenomeno in crescita. Un piccolo esercito di agguerrite fashion addicted munite di Reflex e MAC. Capeggiate dalla bionda Chiara Ferragni.

A quale blog ti ispiri?
Oltre a The Sartorialist, Fashion Toast, ChicMuse, Garance Dorè, Jak&Jil e Cupcakes&Cachemire?

Da cosa dipende il successo di un blog?
Da una buona grafica. Dall’uso corretto della lingua italiana. Da contenuti meritevoli di attenzione. Da un pizzico di ironia. E dall’immancabile fattore C.

Cosa non può mancare nel guardaroba di una blogger?
Una giacca di pelle consumata a dovere. Anelli e collane a gogò. Un paio di ballerine nere in stile Audrey. Una clutch scintillante.

Bianco o Nero?
Nero, nero e ancora nero. Con un pizzico di grigio e una spolverata di caramello.

Dove vorresti vivere?
Diciamo che non sono stata dappertutto ma ho intenzione di andarci….

Dove vivi?
All’ombra del Colosseo, da quasi nove anni.

Hai un accessorio must per un party?
I tacchi altissimi. Declinabili con jeans o mini vestitini a seconda dell’occasione. E dell’umore.

Qual è il dettaglio più cool del tuo look?
Le mani impeccabili. Capelli curati. Il trucco leggero e bon-ton. E possibilmente una it-bag sotto il braccio.

Se la sera esageri cosa fai il mattino dopo?
Bevo un succo di frutta. Mangio qualche fetta biscottata con marmellata di lamponi. E stendo sugli occhi, per qualche minuto, un cucchiaino da the riposto in freezer (il miglior rimedio al mondo contro le occhiaie!!!) Poi, se posso, torno a dormire….

Che cosa vedi quando ti guardi allo specchio?
A volte due grandi occhi cervoni. A volte una pelle chiara e riposata. A volte la voglia di dormire altre cinque ore. Sempre la necessità di iscrivermi in palestra.

Il MUST di questa stagione è
Un cappotto cammello, magari con interni maculati. Tremendamente chic.

La frase che più ti rappresenta è
“Ed è bello scoprire che di te, ti puoi ancora stupire”

Se fossi un personaggio famoso chi saresti?
New York. Una cabina armadio gigante. Manolo e Jimmy ad accompagnare le mie giornate. Risate e Cosmopolitan. Senza dubbio Carrie Bradshaw.

Oggi mi sento
Come ogni lunedì che si rispetti carica. Con mille buoni propositi per la testa. Almeno una dozzina di cose da fare. Il frigo vuoto che mi scruta con aria interrogativa. E la pigrizia autunnale che mi aspetta dietro l’angolo.

Fai tu una domanda ad Arianna di Privalia
Ultimo acquisto fatto?

Vorrai dire ultimI acquistI fatti!!!

Sono appena tornata da un week end a Londra, tra una passeggiata per Shoreditch, una english breakfast e tante e belle chiacchiere con i vecchi amici,  la mia valigia ha dovuto sopportare ben 12,6 kg di shopping… la lista comprende, un paio di scarpe, due pantaloni (di cui uno maculato), una giacca vintage di jeans, due vestiti e un cappello di pelo che presto vi mostrerò!

Che dire… we LOVE shopping, il nostro stipendio un PO’ meno…

Grazie!

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?