Brand

Seven7 chiacchiera con Privalia

scritto da Arianna di Privalia (22 febbraio 2011)

Quale modo migliore di scoprire il mondo seven7 ?! Abbiamo fatto due chiacchiere con il direttore commerciale Alberto Miniero e questo è quello che ci ha raccontato del fantastico brand che oggi trovate nella nostra vetrina.

Da dove nasce seven7 e a cosa si ispira?
Il marchio è stato registrato per la prima volta in Italia nel 1978 e successivamente in altri paesi europei.
Ben presto Seven7 è diventato sinonimo di eleganza negli Stati Uniti e nel resto del mondo. Qualche anno dopo Gerard Guez, una nota personalità del mondo della moda di Los Angeles, ha acquistato il marchio, trasformandolo in uno status symbol per appassionati di moda e attrici negli Stati Uniti.
La caratteristica che lo differenziò da tutti gli altri fu che per la prima volta il jeans/denim fu interpretato in maniera sexy (Fit) e arricchito con dettagli preziosi (Swarovski) . Tra le prime ad indossare Seven7 fu la rock star Madonna. Ancora oggi uno dei modelli più venduti è il mod. “Madonna”. La collezione non ha perso la sua iniziale ispirazione, anzi, nelle ultime proposte si è voluto rafforzare l’ispirazione alla “giovane signora”; giovane signora è un modo di sentirsi e non un preciso target di età. La giovane signora è attenta ai particolari, alla morbidezza dei tessuti, al fit che non deve mai essere a vita troppo bassa per conferire sempre un’immagine elegante, luxury e mai volgare.
La collezione Seven7 è oggi disponibile presso i più qualificati rivenditori in tutte le principali città europee.

Quali sono le tendenze che seven7 propone per la prossima stagione?
Seven7 sempre attento alle tendenze del mercato ed alle volte anche in anticipo, propone per la prossima stagione la reinterpretazione del fit “bootcut”. Ovviamente vita media, gamba molto stretta fino al ginocchio ed apertura “bootcut” sul fondo. Stiamo già proponendo questo fit nella stagione in corso ed i clienti più attenti alle innovazioni sono rimasti molto contenti.

Avete grande esperienza nel mondo denim. Ce un jeans in particolare che caratterizza il vostro brand?
Il pantalone che ci caratterizza in questo momento è il fit “Mira” vita media gamba slim con un leggerissimo abbellimento di Swarovski sulle tasche posteriori. I tessuti sono sempre tutti stretch e molto morbidi.

Chi potrebbe essere un testimonial ideale per voi?
Le nostre testimonial ideali potrebbero essere: Sarah Jessica Parker, curata, sempre sexy e mai volgare ed Eleonora Abbagnato già nostra testimonial nelle ultime campagne.

Come vedete la moda 2.0? Il futuro della moda è nei canali virtuali?
Sicuramente il canale virtuale sta prendendo decisamente piede nel nostro modo di spendere. La velocità che caratterizza il nostro tempo accresce l’apertura del consumatore al canale virtuale, si può trovare ed acquistare facilmente quello che si cerca in tempo reale e senza muoversi da casa. In Italia lo sviluppo del canale virtuale è direttamente proporzionale al processo di aggregazione distributiva in corso oramai da diversi anni. L’incremento di vendita attraverso questo canale in Italia sarà più lento in quanto il consumatore italiano ha il piacere dello shopping, trova ancora decine di migliaia di punti vendita che propongono una loro particolare selezione di prodotti interpretando per loro quelle che sono le tendenze del momento e del mercato più diverse.

Un segreto da confidare in Privalia?
Un segreto per il futuro è il jeans snellente…..

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?