Brand

La storia dei sandali Menorkinas

scritto da Privalia (17 Maggio 2011)

Queste non sono le solite scarpe, queste sono pezzi di storia. Le originali calzature dei pescatori della baleari sono interamente lavorate a mano e racchiudono in se un pò di quello spirito nomade e vacanziero tipico della popolazione di Formentera. Le menorkinas entrano a passo leggero nella nostra Vetrina per ispirare la nostra penisola su un mood estivo e decisamente trendy che sta spopolando in tutto il pianeta.

Della serie “c’era una volta” ecco a voi le Menorquinas.

A Minorca esiste un’ industria calzaturiera che ha deciso di dedicare i propri sforzi alla fabbricazione di un modello di calzatura particolare, molto diverso da quello tradizionale e, tuttavia, molto più antico: le avarques (o albarcas, “sandali”) minorchine. Utilizzate fin dai tempi più antichi dalla popolazione rurale dell’isola, si possono definire un’espressione minimalista di un sandalo con una suola fatta con un pneumatico riciclato. Oggi vengono fabbricati in tutti i colori e con disegni vari e divertenti. Tra i loro più affezionati estimatori si annovera Sua Maestà la Regina Donna Sofia la quale è solita calzarle d’estate.

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia