Moda

Milano Fashion Week: stampe e piume

scritto da Arianna di Privalia (28 febbraio 2011)

Inverno votato al colore, che a differenza delle tinte forti primaverili, rimane tenue ed elegante. Grande utilizzo delle stampe, per la maggior parte astratte, disegnate su tessuti leggeri, quasi trasparenti. Se l’abito è da “batti-denti” dobbiamo coprirci con la giacca, ecco allora spiegato il tripudio di pellicce e pelo in generale che ci renderà tutte un po’ più amazzoni.

(Aquilano Raimondi)

Un applauso va sicuramente a Missoni che ha disegnato una collezione incredibile anche se, ideale e indossabile, solo da una stretta elite di donne alte almeno un metro e 80. Cappotti che arrivano fino ai piedi, pantaloni a palazzo piumati e maglioni pesanti che arrivano quasi a metà coscia. Un Missoni sbiadito, ma di grande tendenza.

(Missoni)

Agli sgoccioli di questa settimana della moda possiamo avere un quadro abbastanza chiaro di quello che sarà. Piume, piume e ancora piume. Nei vestiti, nei cappotti, addirittura nei pantaloni, l’anno che verrà è tutto votato al mondo dei “volatili”. Questa settimana mi ha dato l’impressione che ogni stilista, a suo modo, abbia creato degli abiti per una donna guerriero, con l’unica differenza rispetto al passato, che questa donna si batte a colpi di stile.

(Dolce&Gabbana)

We LOVE Fashion

A.

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?