Articoli

Intervista ai ragazzi di Miryaki

scritto da Arianna di Privalia (8 Marzo 2011)

Questa è una favola a tutti gli effetti. Loro, i Miryaki, sono un duo di designer che ci rendono fieri perchè oltre a disegnare divinamente, sono anche esaltati dal pubblico e dalle istituzioni in maniera divina. Abbiamo parlato di loro qualche mese fa in occasione del Mittel Moda e oggi torniamo con una loro fantastica intervista… benvenuti in Miryaki wonderland!

C’era una volta…
Mia , nata a Brolo,piccolo paese siciliano sul mare e trasferitasi a Milano per studiare all’Istituto Marangoni e Riccardo, nato nella paludosa quanto verdeggiante provincia di Verona e trasferitosi a Milano per Studiare allo IED

Che un bel giorno decisero…
Di mettere insieme le loro esperienze professionali raccolte durante i due anni trascorsi dal post Diploma e di intraprendere un arduo e tempestoso sentiero nei meandri del settore Moda. Tutto questo non li spaventò ma si armarono di pazienza, ambizione e umiltà, unita a lunghi aghi e resistenti fili con i quali cucirono il loro marchio, nonché il loro mondo : miryaki unendo il nord con il sud. Per aiutarsi nel viaggio si affancano ad un battaglione di sarte siciliane, riconosciute per la loro maestria sartoriale e del tesoro piu’ prezioso che potevano possedere, ovvero l’artigianalità italiana. Dopo aver progettato e pianificato tutto fu’ pronto per intraprendere questo lungo viaggio in difesa del made in italy e per regalare un susseguirsi di collezioni che sottolineano una nuova concezione di femminilità leggere e fresca.

Affrontando duelli impegnativi…
tra fornitori irrintracciabili e consegne in periodi improponibili, la pazienza stava diventando come un diamante al collo della regina, tanto intoccabile quanto rara, ma dopo litri e litri di caffè per stare svegli e altrettanti litri e litri di tisane per placare gli istinti animaleschi e le fauci ben affilate di Mia, Riccardo è riuscito con il suo buonumore a poter tenere tutto sotto controllo. I giorni.. le ore.. scorrevano come fiumi in piena e i grandi eventi si avvicinavano, i brividi alla schiena scorrevano come scosse elettriche incontrollabili, i duelli si spingevano oltre ogni previsione ma in rotta d’arrivo, alla fine era sempre tutto ben pianificato.

Ma partecipando anche a bellissimi eventi…
come il prestigioso MittelModa dove vennero eletti vincitori del premio Clam Magazine oltre che essere esposti al palazzo Giureconsulti a Milano, sponsorizzai con altri designer dalla Camera Nazionale della Moda, durante la fashion week del settembre 2010. Ma gli eventi non si fermarono,dopo aver suoperato i confini Nazionali sfilando a Kostume (evento a Zurigo)e dopo lunghe ricerche che portarono i designer a realizzare la collezione f/w 2011-2012 arrivò il momento del Milano Pret_a_Porter dal 25 al 28 febbraio 2011, dove buyer e stampa hanno avuto la possibilità di poter scrutare ed ammirare con occhio “nudo” ogni singolo capo di questa mini collezione pulita e romantica.

Fino a che un giorno…
stanchi ma felici dei risultati di queste molteplici vicessitudini capirono che qualsiasi cosa che si vuole veramente, lottando, la si può ottenere, …. All’orizzonte una nuova Prova sta per arrivare, si sente nell’aria come l’odore di brezza primaverile la collezione s/s 2012 .Che li porterà ad essere sempre più forti e conspevoli delle loro capacità di emergere in un mondo pieno di ostacoli.

E vissero sempre…
vincenti e soddisfatti di questa piccola realtà sartoriale, che a passi dolci ed eleganti,nella giungla della moda, si è fatta spazio facendosi conoscere sempre più.

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?