Articoli

U2 – Pride –

scritto da Privalia (27 giugno 2011)

Oggi nessun brano recente. Nessuna posizione odierna in classifica, nessun hit che preannuncia l’arrivo dell’ennesima torrida estate. Bensì un salto indietro nel tempo fino al 1984, anno di pubblicazione di Pride (In the name of love) primo singolo estratto dall’album The Unforgettable Fire dei mitici U2.

Il bisogno di riscoprire – e riascoltare – tale brano si fa impellente alle soglie di una società che sembra completamente aver dimenticato il valore indispensabile dell’orgoglio. Fermatevi a pensarci. Cosa vi rende orgogliosi nella vita? Cosa vi rende fieri ogni giorno? Gli U2, un ventennio fa, si sono dati una risposta. Fortemente influenzato dagli scritti sulla vita di Martin Luther King, Bono scrisse un brano che doveva parlare dell’orgoglio americano di Ronald Raegan durante la guerra fredda, spostando poi il suo pensiero su come sia diverso e difficile pretendere i diritti civili attraverso la strada della non violenza, e finendo con lasciarci un brano che ha fatto la storia della musica e che è alla fine diventato una delle più belle canzoni d’amore di sempre. Vent’anni dopo, ed esattamente questo weekend, il popolo di New York ha deciso di concedere i diritti civili al popolo LGBT dando un grande segnale di apertura verso il resto del mondo, con la speranza che sempre più paesi scelgano questa strada. Sulle note di un brano più unico che raro, auguro a tutti voi di sentirvi orgogliosi di qualsiasi cosa siate, oggi, questa settimana, e sempre.

N!ck

 

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?