Articoli

Privalia@work: Matteo VS Elena

scritto da Arianna di Privalia (3 marzo 2011)

Questa catena ha un inizio, ma in realtà non ha una vera e propria fine.  Siamo un cerchio e ogni volta che sembra che tutto sia finito… bè si rinizia: questo è il bello del nostro lavoro!

buyerELENA

Nel processo di Privalia, tu quando arrivi?
Subito dopo il buyer… ma prima di tutto il resto.

3 Pregi del tuo collega :
Solare, brillante, toscano

3 Difetti del tuo collega :
Troppo giovane, troppo stiloso e… pisano.

Quando vi incontrate parlate di? :
La mia figura e la sua non si incontrano quasi mai direttamente in quanto seguiamo settori diversi… io il settore dell’intimo lui è nel settore moda.

Senza di te Privalia sarebbe?
Sicuramente meno truccata!

Se il tuo collega fosse un animale sarebbe?
Un camaleonte… sempre pronto ad ogni trasformazione.

supply chain

MATTEO

Nel processo di Privalia, TU quando arrivi?
All’inizio di tutto. Usando il calcio come metafora, il ruolo del buyer in Privalia incarna alla perfezione quello dell’attaccante di un qualsiasi club calcistico. Ha il compito di andare in goal ogni sacrosanta volta che gliene capita l’occasione, attaccando sempre gli spazi e cercando di capitalizzare al meglio il lavoro di chi gli gioca alle spalle.

3 Pregi e 3 difetti del tuo collega
Solare, allegra e semplice. L’unico difetto??? Troppo lontana dalla mia scrivania…

Quando vi incontrate parlate di?
Un po’ di tutto, diciamo che con lei è impossibile non trovare un argomento su cui fare due chiacchere.

Senza di te Privalia sarebbe?
Tornando alla metafora calcistica: un po’ come il Milan senza il suo Pippo Inzaghi.

Se il tuo collega fosse un animale sarebbe?
Indubbiamente una gatta!

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?