Moda

Professione moda: il magico mondo di un fashion editor

scritto da Privalia (28 Marzo 2011)

Vagando all’interno del fashion system si incontrano molte persone , ognuna di loro ha una storia, un racconto e un’esperienza da raccontare e condividere, oggi facciamo due chiacchiere con Giulio Casagrande, Fashion Editor di Made Magazine.

Come hai iniziato e come ti sei preparato per il tuo lavoro?
Ho iniziato lavorando per Kult magazine come assistente della Fashion Director.
Non ho ancora finito di imparare, credo non si smetta praticamente mai. Non è consolante a dire il vero

La tua giornata tipo consiste in?
8:45 sveglia, 9:30 redazione, fino alle 18:30 circa cambia molto in base alla giornata. Generalmente si organizzano le pagine, le rubriche e i servizi fotografici. 19:30 stramazzato nel divano, 20:00 a bere per rilassare e annebbiare la mente.

La tua postazione di lavoro è?
un casino totale

fashion editor

Cosa ti piace di più del tuo mestiere?
Il fatto che non fai sempre lo stesso lavoro in modo ripetitivo/ossessivo. Ogni giorno ti capita di fare cose molto diverse e di stare spessissimo fuori ufficio.

E l’aspetto negativo?
Gli attacchi di isterismo ingiustificato che hanno molti miei colleghi (e non parlo della mia redazione, parlo in generale)

Se il tuo lavoro fosse un film sarebbe?
Te ne dirò uno con riferimento negativo e uno positivo:
The Cube: un mondo soffocante dove, per andare avanti devi calcolare meticolosamente tutto ciò che ti sta attorno e chi eliminare per proseguire.
Zia Mame. La signora mia zia: un mondo fantastico, svanito, pieno di colori e allegria, quasi irraggiungibile, dove tutto è organizzato nel particolare per essere meraviglioso e dove tutto, in pochissimo tempo, cambia

Cosa significa “fashion” nel tuo mestiere?
E’ una parola inflazionata che non ha molto senso ormai.

Carta stampata o servizi on-line?
Carta stampata. Per sempre. Però ammetto che non durerà ancora per molto tempo.

made

Cosa indossi in questo momento?
Camicia Bottega Veneta
Maglia maniche lunghe Zara
Pantaloni Marithè + Francois Girbaud
Scarpe Jil Sander
Anello Ugo Cacciatori

Cosa diresti ad una persona che vuole intraprendere il tuo stesso mestiere?
Che se pensa che questo mondo è tutto figo come si vede nei film, si sbaglia.
Che se pensa di prendere soldi, si sbaglia
Che se lo sente come una vera passione che lo potrebbe portare a lavorare weekend e nottate intere, allora si accomodi, è il suo mondo.

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia