Articoli

Dove mangiare a Firenze: Parole Santels ci narra

scritto da Privalia (20 Luglio 2011)

Durante i vari Pitti e le lunghe passeggiate ho scoperto una Firenze davvero piena di ristorantini carini, ma nell’imbrazzao della scelta la domanda è: dove mi fermo? Ovviamente non potevo non  chiedere a Simona, lei fiorentina DOC, ha scritto per noi un bel post ricco di consigli utili. La sua storia continua nel suo blog Parole Santels…per qualsiasi dubbio vi attende li!

Mi dice Arianna un giorno: Santels, mi consigli qualche posticino carino dove mangiare, a Firenze?

Io penso che se c’è una cosa che non manca in questa città piena di turisti e pavimenti disconessi (ci piace così, fa più vissuto, come se non ce ne fosse mai abbastanza) è il cibo.
Ad esempio:
Ino
Nella tristemente famosa Via dei Georgofili. Proprio dietro al Piazzale degli Uffizi. Finisci di farti le foto su Ponte Vecchio, di attaccare i lucchetti dell’amore eterno (ma anche no) e in un minuto netto ci sei. Che si mangia? Panini gourmandise. Ingredienti di prima qualità, abbinamenti insoliti.
Tra i cult schiacciata con la mortadella, pane burro e acciughe, finocchiona pecorino alle erbe e mostarda di peperoni, fette di pane con prosciutto toscano e pecorino fresco. Salsine sfiziosissime: tapenide (pestato di olive nere al forno e pesce azzuro), Cargiuga (patè di carciofi e acciughe), pestato di zucchine e zafferano, mostarde varie ed eventuali…. continuo? Col panino ti danno anche un “gottino di vino. Rosso, chiaro. Gnammi gnammi part 1.

Oltrarno. I’trippaio di San Frediano . Proprio dietro a casa mia, in Piazza de’Nerli. Lanciati nell’avventura di pranzare con gli autoctoni del quartiere più verace della città. Si conoscono un po’ tutti, il linguaggio colorito una regola inestirpabile. Che si mangia? Trippa. Lampredotto in salsa verde. Dicono sia uno dei più buoni in assoluto. Per un pranzo veloce. Ma soprattutto leggero. (Mi scuso per le foto. Dico: si può scrivere un articolo immortalando un locale chiuso, peraltro nientemeno che un parallelepipedo metallico? La risposta è no. Per giunta accanto al mio covo. Il naufragio di una carriera da reporter). Comunque gnammi gnammi 2.
Stasera, che sera. Dove si va? Sempre Oltrarno, in Santo Spirito. Piazza…emh… della Passera. Un delizoso fazzolettino fra le case, accanto a Piazza Pitti. Di forma triangolare. Lieu trés romantique, intimo e seducente. Si va all’osteria il Magazzino anche qui a mangiar forte, de trippibus, lampredottorum, cartocci vari, lingua, arrosticini. Buonissime le linguine al pesto di pistacchi, nel caso la carne anche basta. Gnammi gnammi 3

Ecco, per ora questi. Mi accorgo solo ora che non ho mai citato LA FIORENTINA! Ma si può. Ari facciamo che un’altra volta ti narro di cicciaioli doc. Vieni anche tu però!

Io a Firenze ci verrei domani!

Grazie Simo e gnammi gnammi 4!

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?