Home & Decor

Sai come apparecchiare la tavola in modo impeccabile?

scritto da Arianna di Privalia (24 marzo 2016)

.

Delle volte è necessario, altre invece è puro esercizio di raffinatezza…il bon ton a tavola è bene conoscerlo ma non bisogna farsi ossessionare troppo.

Vediamo quali sono le regole da galateo per apparecchiare la tavola in modo impeccabile, con la libertà di non prenderle eccessivamente alla lettera! ;)

Senza titolo-4

> Posizionamento dei piatti

I due piatti (uno fondo e uno piatto) vanno messi al centro del posto. Il piattino con il pane va messo in alto e a sinistra dei piatti. Se si sceglie di mettere i sottopiatti non dovranno mai essere tolti per tutta la durata del pranzo o della cena.

 
> Posizionamento delle posate

A destra del piatto centrale saranno posizionati tutti i coltelli (le lame devono essere orientate verso il piatto) e il cucchiaio (dopo i coltelli, a destra). Le forchette per l’antipasto, il primo e il secondo piatto, devono essere posizionate a sinistra del piatto centrale. Il cucchiaino o la forchettina per il dessert vanno posizionati sopra il piatto centrale. Attenzione, se l’antipasto prevede l’uso del coltello esso andrà messo sulla destra del cucchiaio. L’unica forchetta che è ammessa sulla destra è quella da ostriche. Si inizia con le posate più esterne al piatto e si procede a scalare ad ogni portata. Le posate dovranno esser tante quante le portate da menù.

 
> Posizionamento dei bicchieri e del tovagliolo

I bicchieri vanno posizionati sopra i coltelli (ovvero sopra le posate di destra). Partendo da sinistra  il bicchiere per l’acqua, poi quello del bicchiere per il vino e il terzo bicchiere (quello più stretto) che servirà per lo spumante. Si mettono tanti bicchieri quanti sono i vini scelti per accompagnare le portate. Il tovagliolo (non deve essere di carta e deve essere uguale alla tovaglia) va posizionato a sinistra delle forchette. Risale alla cultura francese la collocazione nel piatto o nel bicchiere, con eventuali tecniche particolari di piegatura. Solitamente però, nelle tavole eleganti, le piegature più sobrie trovano più consenso, perché denotano poca manipolazione del tovagliolo, il che significa solitamente più igiene.

 
> La disposizione dei posti
Bisogna alternare un uomo e una donna ed evitare di mettere vicini o di fronte le coppie di coniugi. È necessario poi attribuire la giusta importanza ad ogni ospite ed onorare maggiormente chi si invita per la prima volta. Il padrone e la padrona di casa occupano i due posti capotavola, l’uno di fronte all’altra, per presiedere al servizio e alla conversazione. Alla loro destra siedono rispettivamente il signore e la signora più importanti, alla sinistra quelli che vengono subito dopo in ordine di anzianità o di importanza. Le altre coppie si alternano, tenendo conto che i parenti, gli invitati più giovani o quelli con cui si ha maggiore confidenza sono i più distanti dai padroni di casa.

 

Per una tavola perfetta vi consigliamo di dare un’occhiata alla selezione Villeroy & Boch in vetrina su Privalia: l’occasione perfetta per non farsi mancare porcellane e servizi per la tavola di gusto e qualità eccezionali.

Senza titolo-1

Fonte img: http://bit.ly/1XQ1zwv

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?