Articoli

Racconti dal Telefilm Festival

scritto da Privalia (8 luglio 2011)

Ogni anno in quel di Milano si svolge un attesissimo evento per chi, come noi, adora la sera sprofondare nel divano e rilassarsi davanti a una bella serie tv. Stiamo parlando del Telefilm Festival, giunto alla sua nona edizione, tenutasi nell’ormai di casa Apollo Spazio Cinema (vicinissimo – purtroppo – a corso Vittorio Emanuele e a tutti i suoi negozi, saccheggiati durante le pause visti i saldi). L’edizione di quest’anno ha forse peccato di eccessivi problemi logistici e dello stravolgimento di un sistema che negli anni scorsi aveva sempre funzionato – il classico weekend con proiezioni di anteprime dall’america durante tutte le giornate di venerdì, sabato e domenica quest’anno è stato “spalmato” su tutta la settimana sfavorendo la visione di alcuni eventi. Ma la compagnia ritrovata era ottima, e le novità per l’anno prossimo non sono affatto mancate!


Cominciamo dicendo che guardando il futuro palinsesto delle reti americani, i filoni del prossimo anno da seguire si divideranno essenzialmente in due: quello fiabesco/misterioso e quello apocalittico/fantascientifico. Con la forse prossima chiusura del fortunato Supernatural le reti stanno cercando futuri sostituti telefilm che si accaparrino quella fetta di pubblico interessato al fantasy: ecco dunque nascere Grimm per la NBC, storia di un detective del sovrannaturale che deve indagare su casi “fiabeschi”, The Secret Circle storia adolescenziale di un giovane gruppo di streghe destinato a salvare il mondo, e Once Upon a Time dove Jennifer Morrison, la ex dottoressa Cameron di House, finisce in una cittadina dove la notte gli abitanti diventano personaggi delle fiabe… con tutto quello che ne consegue. Per finire in bellezza c’è Game of Thrones meno fiabesco e più fantasy/storico, tratto da una serie di libri di successo in america racconta le storie di rivalità tra dinastie medioevali per il possesso di un trono. Per chi ha voglia di emozioni forti l’altro genere non deluderà sicuramente. Forti del successo avuto da film come Avatar le case produttrici hanno deciso di investire in megaproduzioni come Falling Skies che segna il ritorno di Spielberg alla macchina da presa, ancora una volta con il tema degli alieni e con una umanità impegnata nella resistenza. Oppure potete scegliere di guardare Terra Nova che narra di una terra sulla via dell’estinzione nel 2140 e un gruppo di persone rimandate indietro nell’età preistorica per cercare di salvare il nostro pianeta. Un altro nome famoso di cui sentiremo sicuramente parlare è Alcatraz nuovo progetto del creatore di Lost J.J. Abrams narra di alcuni detenuti della famosa prigione che spariscono nel nulla negli anni 50.
Se invece siete donne, e volete perdervi tra storie romantiche e periodi vintage Pan Am e The Playboy Club fanno per voi. La prima narra del successo della famosa compagnia di volo americana tra intrighi e intrecci con hostess e piloti, la seconda vi porterà nella scandalosa ma conosciutissima mansion frequentata da conigliette, entrambi ambientati negli anni sessanta con look e vestiti dell’epoca (quindi donne, prendete appunti)
Dal punto di vista delle commedie invece, chi vorrà semplicemente ridere per una mezz’oretta non resterà deluso: Are you there vodka, it’s me chelsea narra delle avventure di una cameriera con qualche problemino col bere, I hate my teenage daughter racconta di due ex reginette del liceo che si ritrovano ad avere figlie viziate come lo erano loro da giovani e Apartment 23 vi delizierà con l’anarchia in un appartamento di Manhattan tra giovani ragazzi tra cui figura anche James Van Der Beek, l’indimenticato Dawson, nei panni di se stesso.
Ancora una volta quindi Privalia vi porta dove ancora non vi ha portato nessuno, tra le anteprime di programmi che vi faranno compagnia durante la prossima stagione televisiva e che speriamo vi sapranno rilassare e far divertire alla fine di tutte queste frenetiche giornate.

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?