Articoli

– Terrible Things – April Smith

scritto da Arianna di Privalia (18 ottobre 2010)

Uno dei modi di scoprire nuova musica che preferisco in assoluto è quello di restare al cinema a sentire i titoli di coda, o di guardare anche quelli dei telefilm.

La musica non viene mai scelta a caso, e spesso è proprio nei minuti finali che si trovano delle perle assolute. E se per le colonne sonore dei grandi film spesso si cercano nomi di artisti altrettanto grandi, per la tv avviene il contrario – è molto più conveniente per i produttori pagare i diritti a gruppi sconosciuti o emergenti magari scoperti su myspace, piuttosto che utilizzare brani già famosi. Così facendo, il telefilm diventa una vetrina per la band, che entra tramite la tv nelle case di moltissimi spettatori. E’ quanto mi è capitato guardando un paio di settimane fa una puntata di Weeds, telefilm americano della Showtime per cui vado letteralmente matto, e che ha aumentato a dismisura il numero di gruppi musicali che ora ascolto

Il gruppo in questione, dallo stravagante nome di April Smith and the Great Picture Show, è formato da April Smith, la cantante e due suoi amici, tutti provenienti dal New Jersey. Iniziati a autoprodursi con brani su internet, hanno raggiunto al giorno d’oggi in america una fama tale da far finire il loro bellissimo album accanto a quello, per fare un esempio, di Rihanna, nella top 20 americana di iTunes. L’album si chiama – e mai titolo fu più divertente ed enigmatico – Songs for a Sinking Ship “Canzoni per Una Nave che Affonda” e già dalla stupenda illustrazione di copertina si immagina lo stile scanzonato e retrò della musica che contiene. Il genere è un misto tra un vecchio country suonato col banjo, unito a melodie anni 30 e 40 che richiamano un pò le atmosfere da cabaret, o da luna park vecchio stile, dove il ragtime si fonde con lo swing, e i testi parlano di tutto, da storie d’amore al drive-in, ai “terribili segreti” che la cantante rivela di avere nel brano di questa settimana che si chiama “Terrible Things” appunto.

Il cd è un piccolo tesoro di atmosfere vintage, che suggerisco a tutti di ascoltare, lasciando, se vi interessa, anche i complimenti alla band in questione sul loro canale di Twitter, perchè come ho avuto modo di scoprire, la fama non li ha travolti a tal punto di non intrattenere amabili conversazioni online con i loro fan : )

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?