Brand

Un caffè con… Alviero Martini

scritto da Privalia (7 Aprile 2014)

Privalia è lieta di ospitare nella sua Vetrina ALV Andare Lontano Viaggiando, il brand ideato da Alviero Martini con il quale abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere davanti a un caffè.

Alviero Martini, lo stilista viaggiatore

Alviero Martini nasce a Cuneo, dove studia arte e presto comincia a viaggiare esportando la sua professione: vetrinista. A 26 anni debutta come attore in teatro con Vittorio Gassman, ma non smette di coltivare la sua creatività dedicandosi a molteplici mestieri: illustratore, disegnatore di moda, costumista, mantenendo come base il suo mestiere d’origine, l’allestimento di vetrine e set fotografici, cimentandosi anche nel design. Nel 1990 diventa famoso in tutto il mondo grazie alla linea di borse e bagagli aventi per motivo la carta geografica, che hanno fatto sì che gli venisse attribuito l’appellativo di “STILISTA VIAGGIATORE”.

Una nuova intuizione creativa

Dopo oltre 20 anni di successi, Alviero Martini esprime la sua creatività e la sua maturità artistica attraverso un nuovo linguaggio stilistico in cui i timbri dei passaporti da tutto il mondo diventano protagonisti e simboleggiano la passione per i viaggi, la scoperta di nuove culture e il piacere di entrare in contatto con civiltà diverse. Questo è ALV Andare Lontano Viaggiando, il nuovo brand di Alviero Martini, pensato per le donne che ricercano uno stile made in Italy distintivo e attento ai dettagli.

L’incontro con Alviero Martini, un personaggio così eclettico, è stato davvero piacevole. Ecco quello che ci ha raccontato…

Cosa ha inspirato la creazione di ALV?

Ho ripreso la mia ricerca per portare l’espressione di un nuovo stile. ALV parte da qui da ciò che sono oggi, da ciò che sento e desidero senza compromessi e distrazioni, con un unico obiettivo: ANDARE LONTANO VIAGGIANDO.

Qual è la filosofia del brand?

La filosofia del brand è racchiusa nel nome: ANDARE LONTANO VIAGGIANDO è il mantra della donna ALV alla costante ricerca di nuovi stimoli, nuovi colori e nuovi sapori. Ma ALV sta anche per Amare La Vita, nuove strade da percorrere all’insegna di uno stile unico e distinto.

Sappiamo che il brand ALV è molto apprezzato anche nel mondo dei VIP. C’è un personaggio famoso, del presente o del passato, al quale si è ispirato per creare le sue collezioni?

Quando creo una collezione ho in mente un “cliente” specifico, ed è proprio per soddisfare i gusti di questo cliente che prendono vita le mie creazioni. Del target a cui mi rivolgo, e che da tanti anni mi segue con passione, spesso fanno parte artisti dello spettacolo che, riconoscendosi nella collezione del momento, sposano il mondo ALV diventandone testimonial spontanei. Di recente ho curato un progetto molto bello e prestigioso, ovvero i costumi di scena per il tour di Mario Biondi: un’esperienza artistica molto gratificante che mi ha dato modo di mostrare al mondo intero anche la collezione maschile del brand. Se dovessi confessare chi mi piacerebbe vestire, risponderei senza dubbio Sharon Stone e Charlize Theron per il loro grande talento e fisicità. Ma amo molto tutte le mie Clienti, famose e non famose, perché è proprio alla donna contemporanea che mi rivolgo: una donna che viaggia, che ama stare in mezzo alle persone e che con il suo lavoro contribuisce alla crescita della nostra società: dottoresse, ricercatrici, insegnanti… Grazie a loro il mondo si evolve!

Lei ha viaggiato il Mondo, ma sicuramente ci sarà un posto che più di altri le è rimasto nel cuore. Qual è?

Sono rimasto particolarmente attratto dalla Turchia, viaggio che ho compiuto in più tappe e destinazione che frequento ormai da molti anni. Non credo ci siano paesi con un patrimonio culturale così ampio e variegato che passa dalle fondamenta della Magna Grecia, con gli anfiteatri e siti come Efeso, a paesaggi lunari come Pamukkale. Per non parlare poi della Cappadocia! E Istanbul… Una città così ricca di punti di interesse che non si finisce mai di scoprirla.

Nel cuore, però, porto sempre e da ogni parte del mondo l’allegria delle persone grazie alle quali un viaggio diventa indimenticabile. E allora Cuba e Brasile si contendono il primato.

Sempre più persone comprano online e addirittura oggi una persona su tre tra quelle che comprano su Privalia lo fa tramite smartphone, mentre è in viaggio! Lei che rapporto ha con la tecnologia?

Sono nato nell’epoca in cui a scuola si facevano stanghette e puntini sui quaderni e si usava il pallottoliere, ma ben presto ho visto il grande mutamento della tecnologia e mi sono adeguato con entusiasmo. Nel ’90 ero tra i primi dieci a Roma (dove abitavo allora) ad aver ordinato il cellulare, grande quanto una scarpa. Credo che nessuna generazione potrà godere dei cambiamenti e dei progressi che stiamo vivendo noi, e siamo solo agli inizi! Per quanto riguarda l’e-commerce mi sono ‘esercitato’ negli Stati Uniti alle fine degli anni ‘90, dove vendevo (e compravo) via internet. Il meccanismo oggi è talmente raffinato che davvero la boutique ci raggiunge in casa sul nostro tablet o cellulare.

 

**************

Privalia propone in Vetrina una selezione di accessori grintosa ma allo stesso tempo elegante, tra cui borse, pochette, cinture e foulard dallo stile inimitabile, grazie ai giocosi particolari trattati in chiave ironica e ariosa.

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?