Articoli

Vacanze finite? Arriva la sindrome da rientro! Ecco tre consigli per combatterla

scritto da Arianna di Privalia (3 settembre 2015)

.

Sapevate che un italiano su 2 soffre della cosiddetta sindrome da rientro? Tornare a lavoro dopo le ferie estive è sempre molto difficile: abbandonare spiagge e relax per tornare in città e dover affrontare tutto l’inverno ci fa passare veri e propri momenti di sconforto. E allora, se ci state passando o le vostre vacanze non sono ancora finite e volete prepararvi al meglio per i giorni che verranno, leggete i nostri consigli!

Innanzitutto, dopo il lavoro, ritrovate le attività motorie: aiuta a distendere i nervi e vedere tutto con più positività. Una corsetta al parco ascoltando un po’ di ottima musica è una soluzione sempre vincente.

Potreste anche rispolverare la bici che finora avete usato solo per gli spostamenti in città: con l’arrivo di temperature più miti, lunghi giri in bicicletta sono davvero rilassanti e piacevoli, sia per il corpo che per la mente. Idee su bici da città con un tocco vintage? Scoprite la selezione F.lli Masciaghi in vetrina su Privalia! Guardate che belle…
135171_-_images_-_products_-_GMD28206C15_-_templ1 135171_-_images_-_products_-_GHT2600015_-_templ1

 

> Mangiare  sano e ridurre l’alcool di cui abbiamo abbondato in vacanza: è importante riabituare l’organismo a pasti regolari ed equilibrati e bere molta acqua per disintossicarsi. Preparare il pranzo invece che abbuffarsi con il cibo acquistato fuori dall’ufficio sarebbe buona norma! :) Poi con delle lunchbags tipo queste non vorrete più uscire! ;) Le trovate nella selezione Iris, in vetrina questa settimana!

144971_-_images_-_products_-_9826-T_-_templ1144971_-_images_-_products_-_9662-T_-_templ4

 

> Darsi alla cromoterapia e alla creatività negli ambienti in cui ci abbandoniamo al relax: vestire il proprio letto in modo rilassante, con i colori e le fantasie che più amiamo aiuta a creare un ambiente più intimo e confortevole. Ecco alcuni bellissimi suggerimenti dalla campagna DesignInspiration. 

136661_-_images_-_products_-_8059711017427_-_templ1 136661_-_images_-_products_-_8059711017588_-_templ1

 

 

> Infine non ignorate il fatto che è fondamentale non buttarsi nel lavoro o nello studio in modo immediato e totale: riprendere le attività ordinarie in modo graduale aiuta ad attutire il “trauma”.

 

Convidi questo articolo

L'Autore
Arianna di Privalia

Arianna di Privalia

E voi, cosa ne pensate?