Moda

Yohji Yamamoto: km di tessuto ed eleganza infinita

scritto da Privalia (31 Marzo 2011)

Volete una mostra da non perdere? Bene, allora prendete un facile volo low cost e fiondatevi al Victoria & Albert museum di Londra. Qui troverete la meravigliosa retrospettiva del più grande stilista di questo secolo: Yohji Yamamoto.

Volevo solo far indossare alle donne abiti da uomo.

mostra-londra
Come poter definire stilista, un uomo che ha fatto della moda un’arte e che l’ha resa fruibile a 360°? Un uomo di legge (laureato a Tokio) che si dedica alla creatività nelle più diverse forme e collabora negli anni con registi del calibro di Tejeshi Kitano e Wim Wenders. Lavora anche con la coreografa Pina Baush per la quale non solo prepara i costumi per lo spettacolo, ma si esibisce in una danza-karate (ATTENZIONE:è anche cintura nera!). E poi è un quieto rivoluzionario innamorato.  Fa sfilare abiti da sposa neri, modelle al posto di modelli durante la settimana della moda uomo e pazzi ballerini non è cosa da tutti.

yamamoto
Nel percorso espositivo ci si perde tra abiti uomo e donna della storia della “sua” moda, decostruiti e ricostruiti, dai volumi e dal movimento. Come un architetto costruisce gli spazi tra il corpo e il tessuto. Ed è proprio il tessuto che  bisogna ascoltare, a suo dire, perchè è questa la chiave. Non stupitevi se vedete abiti realizzati con Km di stoffa, questo è il suo modo per far sì che durino nel tempo, almeno per 10 anni, parola di Yohji!

Prediligo il nero perché, se il bianco è l’assenza di colore, il nero è tutti i colori.

Non perdetela, avete tempo fino al 10 Luglio!

Convidi questo articolo

L'Autore
Privalia

Privalia

E voi, cosa ne pensate?